Encyclopédie, ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiers

Casa museo di Palazzo Sorbello

Denis Diderot e Jean Baptiste d’Alembert

La Biblioteca, in custodia della Fondazione Ranieri di Sorbello dal 1995 e aperta al pubblico dal 1998, trae origine dalle collezioni settecentesche appartenute a esponenti dell’antico casato marchionale dei Bourbon del Monte di Sorbello. Custodisce, tra le svariate opere librarie, rare edizioni tra cui spicca quella originale della cosiddetta Encyclopédie française (Encyclopédie, ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiers) di Denis Diderot e Jean Baptiste d’Alembert, terza edizione dell’opera, stampata a Livorno tra il 1770 e il 1775 in sedici tomi più undici volumi di tavole e supplementi.

Approvata dall’autorità cattolica e considerata la prima vera enciclopedia, fu ostacolata dalla censura, dai ripetuti attacchi della Chiesa e da certi ambienti culturali. L’opera trovò compimento nel 1766; denominata Dizionario ragionato delle scienze, delle arti e dei mestieri, è la più grande realizzazione culturale dell’Illuminismo e, in ottemperanza alla filosofia deterministica, si pone lo scopo di realizzare un inventario generale e sistematico di tutto lo scibile umano. Questa edizione contiene la dedica sul frontespizio a Pietro Leopoldo di Lorena, Granduca di Toscana dal 1765 al 1790.