Incendio di un borgo turrito

Museo del Capitolo della Cattedrale di San Lorenzo

Alessio De Marchis
olio su tela
secondo quarto del XVIII secolo

La tela appartiene a una serie di ventinove paesaggi di Alessio De Marchis conservati presso il Museo Capitolare. Non è stato ancora possibile identificare la provenienza originaria di questi dipinti, certamente riferibili a un utilizzo domestico. De Marchis è stato un famoso pittore specializzato in paesaggi; si forma a Roma frequentando lo studio del più affermato paesaggista del momento, Philipp Peter Roos (detto Rosa da Tivoli), e molto importante per la sua crescita artistica è stata anche la conoscenza delle opere di un altro pittore, Gaspard Dughet, maestro di questo genere.

Secondo alcune fonti, durante il periodo romano De Marchis venne arrestato per piromania: benché la critica ritenga che la colpa addebitata al pittore dovesse essere ben più seria, questa attenzione agli effetti di luce sprigionati dalle fiamme e alle infinite possibilità di rendere i movimenti irregolari del fuoco, inseriscono il pittore in una corrente di gusto più ampia e ben rappresentata tra Settecento e Ottocento.