Incoronazione della Vergine

Studio Moretti Caselli

Francesco Moretti
pittura su vetro
1867

La vetrata circolare con l’Incoronazione della Vergine, ispirata alla Pala di Monteripido del Perugino (oggi custodita nella Galleria Nazionale dell’Umbria), fu presentata all’Esposizione Universale di Parigi del 1867. Moretti fu inviato a Parigi a spese del Comune (600 lire) per perfezionarsi nell’arte vetraria.

Nella sua relazione sulla sezione della pittura su vetro dell’Esposizione di Parigi, Eduard Didron, famoso in Francia per le sue vetrate, scrisse che Moretti, unico artista italiano presente nonché “uomo di grande talento […] che dispone di smalti meravigliosi e che li utilizza con arte consumata, è riuscito a raggiungere la perfezione nella sua copia di un dipinto del maestro di Raffaello. […] Malgrado le dimensioni abbastanza grandi di questo medaglione e la notevole superficie di alcune tessere di vetro […], l’effetto generale non è chiaro e freddo come si sarebbe facilmente portati a credere. […] Infine le teste sono disegnate con mano magistrale e modellate in modo da superare forse l’opera originale, ammettendo che la vetrata sia una copia, cosa di cui non sono certo. Tutto sommato, Moretti ha creato un capolavoro” (E. Didron, Les vitraux à l’Exposition Universelle de 1867, Paris, 1868).