Lucerna trilicne

MOO Museo dell’Olivo e dell’Olio

marmo pario
VII secolo a.C.
    

La lucerna, esemplare monumentale di trilicne a serbatoio piatto diviso in tre settori poco profondi (con bordo laterale di altezza contenuta), ospita tre becchi per lo stoppino conformati a protomi femminili e alternati ai fori laterali (decorati in rilievo analogamente) del sistema di sospensione (restituitoci in maniera completa). Sullo scorcio del VII secolo a.C., alla fine del periodo “dedalico” della scultura greca (dal nome del mitico artefice Dedalo), fanno la loro apparizione le prime lucerne marmoree a carattere votivo.

La quantità e la qualità delle lucerne in marmo pario, prodotti di grande lusso, e le innumerevoli imitazioni in vario materiale, di cui si ha testimonianza per un lungo periodo, dimostrano il successo della produzione. La lucerna di Torgiano proviene, con ogni probabilità, da un santuario o comunque da un luogo di culto, da ricercare nei territori della Magna Grecia, tra cui Selinunte parrebbe essere la candidata ideale.