Sposalizio della Vergine

Museo del Capitolo della Cattedrale di San Lorenzo

Carlo Labruzzi
olio su tela
1814

All’interno della Cattedrale di San Lorenzo si trova una cappella dedicata al Santo Anello, ossia l’anello nuziale che, secondo una devota tradizione, Giuseppe avrebbe regalato a Maria per il loro sposalizio. Nella cappella si trovava una tavola che Pietro Vannucci, detto il Perugino, eseguì nei primi anni del Cinquecento e che venne requisita durante le spoliazioni napoleoniche. La Confraternita intitolata al Santo Anello commissionò a Carlo Labruzzi un dipinto che raffigurasse lo Sposalizio della Vergine e che sostituisse la tavola peruginesca.

Nel 1813 Labruzzi era stato nominato direttore della prestigiosa Accademia di Belle Arti di Perugia, incarico che ricoprì fino al 1817, anno della morte. Il dipinto è ambientato all’interno di un edificio templare caratterizzato da possenti colonne tortili. Il Sacerdote, assieme a un nutrito gruppo di testimoni, assiste alla scena in cui Giuseppe infila l’anello al dito di Maria; all’estrema destra del dipinto, il contendente deluso spezza la verga. La tela venne collocata sull’altare nel 1815, ma fu accolta da scarsi consensi, a tal punto che venne sostituita nel 1825 da un dipinto ancora in loco di eguale soggetto, opera di Jean-Baptiste Wicar.