Torre degli Sciri

Point of view

La Torre degli Sciri di Perugia è oggi un magnifico punto panoramico raggiungibile attraverso una ripida scala che conduce alla sommità. È la sola ad essere conservata nella totalità del suo impianto architettonico.

Tutte le altre torri, che un tempo caratterizzavano lo skyline della città, sono andate distrutte dopo il 1540 quando Perugia fu ricondotta all’ordine da parte di Papa Paolo III Farnese, fermo promotore della costruzione della Rocca Paolina e della normalizzazione di Perugia anche da un punto di vista politico-sociale. Le torri erano infatti simbolo di uno status economico suddiviso tra poche famiglie benestanti, tutte potenzialmente pericolose per l’appena riaffermata auctoritas dello Stato della Chiesa. Per avere un’idea di come si presentava la città anteriormente a questo sistematico intervento di demolizioni, basta osservare gli affreschi di Benedetto Bonfigli nella Cappella dei Priori (1455-1480) o il gonfalone di Berto di Giovanni conservato nella Cattedrale di Perugia (1526).

La Torre degli Sciri fu risparmiata perché già da allora considerata un punto di osservazione strategicamente utile per il controllo sulla città. La sua architettura, forte e compatta, domina una delle più importanti vie regali di Perugia, quella che, attraverso la vicina Porta Trasimena, si spingeva verso ovest in direzione del Lago. Cessata la sua funzione strategico-militare, fu abitata (a partire dal 1680) prima dalle Terziarie Francescane di Suor Lucia Tartaglini da Cortona e poi dalle Suore Oblate di San Filippo Neri.

Contatti:

Indirizzo: Via degli Sciri - 06123 Perugia PG

Telefono: 393 5145793

Posta elettronica: viadeipriori.perugia@gmail.com

Sito web: http://www.visitaperugia.it/