Vasella Fioroni

MACC Museo d’Arte Ceramica Contemporanea di Torgiano

Giosetta Fioroni
2000

Giosetta Fioroni nasce a Roma nel 1932. Trascorso un breve periodo a Parigi, torna a Roma dove risiede e lavora. Frequenta l’Accademia di Belle Arti seguendo i corsi di pittura di Toti Scialoja e debutta alla VII Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma nel 1955. Da allora partecipa alle più prestigiose esposizioni artistiche, prima fra tutte la Biennale di Venezia. Pittrice eclettica, sperimenta altri linguaggi artistici: il collage, la fotografia, la proiezione di immagini stilizzate ispirate alle icone della pittura rinascimentale e ai ricordi d’infanzia. Si interessa anche al tema della fiaba per realizzare acquerelli, teatrini, scatole e oggetti.

Nel 1993 comincia a interessarsi di ceramica presso la Bottega Gatti di Faenza. Nel 2000, su invito di Nino Caruso, accetta di realizzare per il MACC una serie di Vaselle che rivelano la sua anima di pittrice, come dimostrato dall’utilizzo spontaneo e magistrale del colore. Ciononostante gioca con la materia modellandola a mano, incidendola e piegandola al suo estro. Il cuore nero al centro della Vasella richiama la sfera dei sentimenti e dell’intimo.