Welwitschia

CAMS - Orto Botanico

Visitando nella serra fredda la collezione delle piante desertiche, difficilmente l’attenzione è catturata da una piccola pianta con due foglie nastriformi che fuoriesce da un tubo; eppure la Welwitschia (Welwitschia mirabilis Hook.f.) è una delle piante più interessanti al mondo. Scoperta nel 1859 in Angola, un esemplare venne spedito ai Giardini Botanici Reali di Kew a Londra: il direttore William Jackson Hooker la definì come “la più straordinaria pianta mai introdotta nel Paese, e una delle più brutte”.

Charles Darwin, non a caso, la considerava “l’ornitorinco del mondo vegetale”, poiché la Welwitschia ha caratteristiche intermedie tra le conifere e le piante a fiore più evolute. Questo fossile vivente produce due sole foglie che crescono per tutto il ciclo vitale della pianta, ciclo vitale particolarmente longevo che può raggiungere i duemila anni.