Nobile Collegio del Cambio

Arti decorativeArti e antichi mestieriArte rinascimentale

Al culmine della sua fama e popolarità, Pietro Vannucci detto il Perugino realizza, tra il 1496 e il 1500, la decorazione della Sala dell’Udienza del Nobile Collegio del Cambio. Il complesso programma iconografico, dettato dall’umanista perugino Francesco Maturanzio, prende spunto, in linea con le alte idealità ispirate al mondo classico, dai testi di Cicerone (De officiis) e Valerio Massimo (Factorum et dictorum memorabilium libri).

A queste fonti si aggiungono, per quanto riguarda la volta, il testo di Johannes Angelus, che alla fine del Quattrocento pubblica un trattato, corredato da immagini xilografiche, intitolato Astrolabium, e per ciò che riguarda la lunetta con I Profeti e le Sibille, la nota opera dello scrittore cristiano Lattanzio, intitolata De Divinis institutionibus.

I nuclei narrativi affrontati sulle pareti sono sostanzialmente tre. Il primo, illustrato nella lunetta con I Profeti e le Sibille, intende rendere noti i personaggi dell’Antico Testamento, sia maschili che femminili, che, attraverso le loro profezie, prefigurarono l’avvento del Redentore. Il secondo, che interessa la parete di fondo della Sala, sviluppa e completa i concetti enunciati nel primo e tratta, facendo ricorso all’autorità dei Vangeli, della Nascita e della Trasfigurazione di Cristo. L’ultimo nucleo narrativo, che riguarda la parete lunga della Sala, affronta, attraverso una selezione di figure esemplari del mondo antico, la tematica dei comportamenti virtuosi in cui si distinsero otto personaggi del mondo latino e quattro personaggi del mondo greco.  

Contatti:

Indirizzo: Corso Pietro Vannucci, 25 - 06121 Perugia PG

Telefono 075 5728599

Posta elettronica: info@collegiodelcambio.it; prenotazioni@collegiodelcambio.it

Sito web: http://www.collegiodelcambio.it/

Gallery museo

Video Gallery